cover



IL PAESAGGIO AMERICANO
E LE SUE RAPPRESENTAZIONI NEL DISCORSO LETTERARIO


A cura di Carlo Martinez



ISBN 978-88-7916-780-2 - 15,5 x 22 cm - 2016


pp. 372 – € 42,00
Prezzo on line € 35,70 - Sconto 15%
 
Acquisto il volume


 

Dedicato all’americanista Andrea Mariani, amico e collega, il volume prende in esame le figurazioni letterarie del paesaggio americano, inteso nella sua accezione più ampia. Il motivo del paesaggio è infatti tra i più rappresentati nella letteratura americana di tutti i tempi e di tutti i generi. Categoria centrale dell’immaginario e luogo paradigmatico di confronto, il paesaggio per sua natura esalta le specificità nazionali – generando una serie di luoghi simbolo che assurgono a icone del paese – ma al tempo stesso le mette in crisi, tendendo a superarle in una dimensione transnazionale in cui esse diventano terreno di confronto tra culture diverse, che tuttavia intrattengono tra loro legami profondi. Il paesaggio si rivela dunque elemento chiave nella costruzione dell’identità americana nelle sue plurime forme, così come luogo di una sua continua rinegoziazione. Coprendo un arco temporale che va dal periodo coloniale a quello contemporaneo, e toccando anche la letteratura canadese e quella inglese, i saggi qui raccolti intrecciano il motivo del paesaggio a una pluralità di tematiche caratteristiche della cultura americana, ma non circoscritte a essa. Accanto a saggi di taglio storico-letterario, il volume presenta alcuni contributi che collegano il paesaggio a questioni di gender e di razza, e altri ancora che individuano nel paesaggio il luogo di contatto tra forme culturali “alte” e “popolari”, permettendone un ripensamento in termini nuovi, interdisciplinari e interculturali. Nella molteplicità di approcci qui dispiegati, il paesaggio americano viene così ad acquisire le sembianze di vero e proprio palinsesto, nelle cui proteiformi rappresentazioni è possibile rintracciare la storia stessa della cultura americana.

Carlo Martinez insegna Lingua e Letterature Angloamericane presso l’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. È autore di L’arte della critica. Ideologia estetica e forma narrativa nelle Prefazioni di Henry James (Roma, 2001), Poe’s Balloonin’: Hoax Writing, Journalism, and the Literary Field (Napoli, 2008) e di articoli sulla poesia del primo Ottocento, su E.A. Poe, R.W. Emerson, N. Hawthorne, D. F. Dorr, M.N. Murfree, H. James e L.M. Silko. Ha tradotto e curato Edgar Allan Poe, Racconti Sensazionali (Venezia, 2014).


_________

Per leggere o scaricare il file cliccare sul sommario
_________

pdf

Introduzione
Il palinsesto dei paesaggi americani

Carlo Martinez (p. 7)

«What went ye out into the wilderness to see?». Natura e identità in The Sovereignty and Goodness of God di Mary Rowlandson
Mirella Vallone (p. 19)

L’americanissimo spazio europeo di Edgar Allan Poe
Leo Marchetti (p. 31)

Un giardino peculiare. La «natura» della schiavitù in Narrative of the Life of Frederick Douglass, an American Slave, Written by Himself (1845)
M. Giulia Fabi (p. 41)

Dagli Stati Uniti alla Giamaica. I paesaggi transnazionali ed esotici di Nancy Gardner Prince
Michele Russo (p. 51)

Paesaggi della marginalità in America e Gran Bretagna. I bagliori delle «city of fires» in Life in the Iron Mills di Rebecca Harding Davis e lo stridìo delle «iron wheels» in «The Cry of the Children» di Elizabeth Barrett Browning
Paola Partenza (p. 71)

Le Cascate del Niagara e i paradossi del paesaggio americano
Carlo Martinez (p. 97)

Il paesaggio sociale tra oppressione e rivoluzione. «The System of Doctor Tarr and Professor Fether» di Edgar Allan Poe, e The Island of Doctor Moreau di Herbert George Wells
Miriam Sette (p. 117)

Paesaggi di polvere. Dalla «valley of ashes» di Fitzgerald al «Dust Bowl» di Steinbeck
Gianfranca Balestra (p. 135)

Rivisitando lo scenario poetico del Black Mountain College: sessant’anni dopo
Marina Morbiducci (p. 151)

Deserti del cuore. Il melodramma western di Duello al sole
Alessandro Clericuzio (p. 173)

Immagini epifaniche. Silence in the Snowy Fields di Robert Bly
Daniela Ciani Forza (p. 187)

Fiori (apparentemente) inanimati per eroi (mai) morti. William Carlos Williams: «Still Lifes»
Cristina Giorcelli (p. 203)

Canadian fire / Waterscapes. La mappa cognitiva di Vancouver nei Fire-Dwellers di Margaret Laurence
Eleonora Sasso (p. 221)

«Your native land, your life». Adrienne Rich, Emily Carr e il paesaggio nord-americano
Marina Camboni (p. 237)

L’«oscurità trasparente» di William Styron
Gigliola Nocera (p. 253)

«[…] ladders / Of intertangling and of disentangling / Limbs and loves and lives». Paesaggi di vita e poesia in Birthday Letters di Ted Hughes
Marilena Saracino (p. 263)

Franklin Park. Wilderness e scintille nel conglomerato bostoniano di Mark J. Mirsky
Elèna Mortara (p. 303)

«American Mars-scapes». Le rappresentazioni letterarie dei paesaggi di Marte prima, durante e dopo Percival Lowell
Alessandra Calanchi (p. 337)

Elenco delle pubblicazioni di Andrea Mariani
(p. 357)

Gli Autori
(p. 367)