Led On Line
Presentazione - About us
Novita' - What's new
E-Journals
E-books
Lededizioni Home Page Ricerca - Search
Catalogo - Catalogue
Per contattarci - Contacts
Per gli Autori - For the Authors
Statistiche - Statistics
Cookie Policy
Privacy Policy

ContaminAzioni ecologiche. Cibi, nature e culture

Irene Series ISSN 2283-6845

cover  


CONTAMINAZIONI ECOLOGICHE
Cibi, nature e culture

A cura di Daniela Fargione e Serenella Iovino

Postfazione di Luca Mercalli

Saggi di:
A. Angelini - M.C. Caimotto - C. Benedetto - C. Apostolo - P. Loreto - A. Tiengo - S. Iovino - S. Oppermann - E. Cesaretti - D. Fargione


ISBN 978-88-7916-711-6 - pp. 172


€ 24,50  (-15%)  Acquisto il volume  € 20,83  




L’idea di ambiente come sistema complesso, percorso da dinamiche in cui nature e culture si mescolano e si ricombinano, ci parla di un mondo inclusivo e poroso, spinto oltre i vecchi dualismi a cui ci ha abituato la tradizione culturale occidentale. È proprio tale complessità – di idee, sostanze, processi – che questo libro intende descrivere con la parola “contaminAzione”: un pensiero costruttivo e creativo, in cui questioni ecologiche e questioni culturali si mescolano in una visione plurale, consapevole del limite, e pronta ad accogliere nuove soluzioni. Partendo dal cibo, i percorsi di “contaminAzione” esplorati nei saggi di questo volume ci avvicinano a questa complessità invitandoci a guardare in due direzioni: da un lato, considerando come le pratiche produttive e le politiche economiche e commerciali interferiscano con la vita degli ecosistemi; dall’altro, comprendendo come le sostanze che entrano in contatto con il nostro essere ci modifichino e determinino nuovi e più vasti equilibri, storici e ambientali. Si tratta, in altre parole, di riflettere su come il mondo entri nei nostri corpi e come i nostri corpi alterino il corpo del mondo. Ne scaturisce una riflessione ampia e corale, in cui l’idea di contaminazione si estende fino a includere altre commistioni: dalle dinamiche ibridative che costituiscono la vita degli organismi nell’ambiente alle analisi in cui i piani linguistici e discorsivi si confondono con pratiche di mistificazione. Ecco dunque tracciate le coordinate di questo libro, in cui autori e autrici, diversi per esperienze e professionalità, dialogano sulle confluenze di cibo, ambiente e testi culturali, contribuendo al dibattito transdisciplinare delle Environmental Humanities.   This book builds on the idea that the environment is a complex system and is regulated by multiple dynamics where different natures and cultures are both intertwined and hybridized. This notion of environment seems to be appropriate to narrate multifold stories of a world that clearly shows both its inclusiveness and porosity, while shaking many of the several established dualisms that the traditional western culture has promoted for a long time. Therefore, by the word “ContaminA(c)tion” we refer to this complexity of ideas, substances, and processes, which creatively exhibits a blend of ecological and cultural issues here discussed with the intention to contemplate innovative solutions within a pluralistic theoretical frame. The essays included in this volume – most of which dealing with the theme of food – invite us to consider two different thinking itineraries: on the one side, they investigate how production operations and economic and commercial politics interfere with our ecosystems; on the other side, they examine how substances can determine modifications and affect historical and environmental balances. In short, this is an analysis on how the world penetrates our bodies and how our bodies alter the body of the world. The result is a broad reflection, whose crucial idea of contamination expands to include other interminglings such as the hybridizing dynamics that generate new organisms in the environment and the juxtapositions of language and discourse with mystifying practices. By arguing on the intersections of food, environment, and cultural texts, the authors – scholars and experts in different fields and with varied professional experiences – offer a significant contribution to the trans-disciplinary debate of the Environmental Humanities.


Daniela Fargione insegna Lingua e Letterature anglo-americane presso l’Università di Torino. I suoi campi di indagine includono la teoria e la pratica della traduzione letteraria, le interconnessioni tra le letterature anglo-americane e le altri arti e l’ecocritica.


Serenella Iovino insegna Letterature Comparate all’Università di Torino e ha inaugurato il dibattito ecocritico in Italia. Co-fondatrice e terzo presidente della European Association for the Study of Literature, Culture and Environment (www.easlce.eu), coordina lo Environmental Humanities International Research Group di Torino. 


Per leggere o scaricare il file cliccare sul sommario

PDF


Ringraziamenti

Presentazione
Enrico Nada

Introduzione
Daniela Fargione e Serenella Iovino

1. Consumi e sostenibilità
Aurelio Angelini

2. Gli stakeholder contro il climate change per un mondo più green versus parla come mangi. L’uso degli anglicismi nei testi promozionali a sfondo ambientalista
Maria Cristina Caimotto

3. Pierre Rabhi, un uomo in armonia con la sinfonia del creato
Carola Benedetto

4. Happy together. Storie di condivisione attraverso l’Italia che sperimenta un’economia più sobria, felice e solidale
Claudia Apostolo

5. Contaminazione e purezza. Coscienza del cibo e retorica dell’alimentazione nella letteratura americana
Paola Loreto

6. Cannibalismo e metafore di consumo da Robinson Crusoe a Margaret Atwood
Adele Tiengo

7. Corpi eloquenti. Ecocritica, contaminazioni e storie della materia
Serenella Iovino

8. Il corpo tossico dell’altro. Contaminazione ambientale e alterità ecologiche
Serpil Oppermann

9. Metallo vivente. Una lettura ecocritica di Acciaio di Silvia Avallone
Enrico Cesaretti

10. Contaminazioni e consapevolezze mediate in Carne di Ruth Ozeki
Daniela Fargione

Postfazione
Luca Mercalli

Autrici e Autori