cover

Città e capitali
nella tarda antichità

A cura di Beatrice Girotti e Christian R. Raschle


ISBN 978-88-7916-945-5 - 15 x 22 cm - 2020 - pp. 260


Copia cartacea / Paperback copy
€ 32,50  (-15%)  Acquisto il volume € 27,63


Storiografia, politica, spazi urbani, sostenibilità, memoria culturale, diritto, religione, aristocrazie, gruppi e istituzioni che in vari momenti storici hanno costruito una specifica identità per una determinata città sono solo alcuni dei punti che gravitano attorno al fulcro di questo volume, e cioè la storia delle capitali e delle città nella tarda antichità. Partendo da Roma, dai suoi cambiamenti e trasformazioni affrontati in seguito alla creazione di altre capitali, i contributi qui raccolti offrono una panoramica aggiornata presentando alcuni casi di studio che spaziano tra l’Impero romano orientale e occidentale ed esplorano possibilità di comparazioni interregionali. Il confronto tra sviluppi storici in diverse aree geografiche e le interconnessioni esistenti, l’analisi di mondi autonomi e perfettamente coerenti, o forse solo parzialmente tali, al di là degli approcci dei singoli saggi trovano la ragione di fondo nel tema complessivo che ruota intorno a Roma, capitale aeterna, e alle sue relazioni con le altre città e capitali che più volte sottolineano la dimensione ‘romana’ del mondo, definita nella sua estensione e nei suoi confini in funzione di educazione intellettuale e politica. Vengono quindi qui presentati una varietà di spunti che, sul piano istituzionale e politico, ma anche su quello ideologico e simbolico, offrono esempi che possono essere testimonianze di continuità e mutamento con i secoli precedenti in quanto giocano un ruolo focale nella macchina della rappresentazione del potere e della ricerca del consenso.

Beatrice Girotti è ricercatore all’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna. Si occupa di storia della tarda antichità, storiografia romana (con maggiore attenzione alla storiografia tardoantica) e storia delle donne nel mondo classico. Nelle sue ultime ricerche particolare interesse è rivolto al lessico degli autori pagani confrontato con quello degli autori cristiani. Con LED Edizioni Universitarie di Lettere Economia e Diritto ha curato, in collaborazione con Valerio Neri, il volume La storiografia tardoantica. Bilanci e prospettive (Milano 2017) e di recente ha pubblicato la monografia Assolutismo e dialettica del potere nella corte tardoantica. La corte di Ammiano Marcellino (Milano 2017).

Christian R. Raschle è Professore associato all’Université de Montréal, dove insegna Storia della Tarda Antichità. I suoi interessi principali convergono nella storia dell’amministrazione e del sistema politico dell’Impero romano, in particolare la riorganizzazione delle sue province nel periodo tardo imperiale, e nei temi di storia e mentalità culturali durante la tarda antichità. Tra le sue pubblicazioni si ricordano ad esempio il saggio Provinznamen und Augustae im spa¨tro¨mischen Reich e il volume Religious Violence in the Ancient World (Cambridge 2020, in collaborazione con J. Dijkstra).




Per leggere o scaricare il file cliccare sul sommario